Cosa sono i derivati finanziari

L’espressione derivati finanziari nel trading online assume una valenza leggermente diversa da quella dei mercati finanziari reali. Per definizione, uno strumento derivato è un contratto tra due parti che specifica le precise condizioni in base alle quali avverrà la transazione e il pagamento. Il contratto prevede lo scambio di un titolo il cui valore è determinato dalle attività sottostanti, ovvero da tutti quei beni il cui valore di mercato determina il prezzo finale del contratto. I derivati più comuni nei mercati sono quelli OTC (Over the Counter) di cui le opzioni binarie sono l’esempio più pratico. La relazione che intercorre tra il valore del derivato e il sottostante costituisce il pay off, il risultato finanziario del derivato.

Definizione dei derivati finanziari

Per essere definito tale, il derivato deve rispondere alle seguenti caratteristiche:

  • Il valore cambia in funzione del sottostante; quest’ultimo a sua volta può essere di 2 tipi:
    • Finanziario che racchiude al suo interno il tasso d’interesse, il prezzo di uno strumento finanziario, il prezzo di una merce, il tasso di cambio in valuta estera, un indice di prezzo o di tasso di interesse;
  • I derivati finanziari non richiedono nessun tipo di investimento iniziale, nella maggior parte dei casi (se questo viene richiesto, il suo valore di investimento iniziale è di gran lunga minore rispetto a quello richiesto per altri tipi di contratti simili, e che dipendono dal cambiamento improvviso del mercato.)
  • Il derivato è subordinato ad una data futura.

I derivati finanziari sono contratti il cui scopo è quello di ricevere la promessa di eseguire una prestazione monetaria legata all’andamento del prezzo di un’altra attività – detta appunto “sottostante” e che rappresenta un qualsiasi attività finanziaria quali un’azione, un tasso di interesse, una valuta. Se l’attività sottostante è correlata a un’attività reale (oro, petrolio, materie prime) si parla di commodity derivatives, derivati su attività reali.

La caratteristica principale del derivato è quella di «essere uno strumento finanziario acquistabile sui mercati da un numero illimitato di “scommettitori”» i quali non possiedono alcun rapporto diretto con il bene sottostante, ma ne risentono fortemente del suo andamento sul mercato dal quale traggono profitto.

Categorie di derivati

I derivati si suddividono in:

  • Derivati finanziari simmetrici (in cui entrambi i contraenti – venditore e acquirente – sono obbligati a effettuare la prestazione entra una scadenza predeterminata);
  • Derivati finanziari asimmetrici (in cui solo il venditore è obbligato a soddisfare la volontà del compratore, infatti, quest’ultimo nel momento in cui paga il premio acquisisce il diritto di decidere in una data futura se effettuare o meno la compravendita del bene sottostante.

Un’ulteriore suddivisione prevede la distinzione tra:

  • Derivati negoziati su mercati regolamentati;
  • Derivati OTC (over the counter) negoziati bilateralmente.

I primi sono contratti regolamentati dalle autorità di mercato e sono di tipologia standard con caratteristiche omogenee. Gli OTC sono regolamentati, invece, bilateralmente, al di fuori dei mercati regolamentati e personalizzati in base alle specifiche esigenze di entrambi i contraenti che possono definire l’importo, la scadenza, i tempi e le modalità di esecuzione.

Come argomento correlato ti segnaliamo lo scalping. Si tratta di una tecnica di trading online con cui potrai iniziare a guadagnare in maniera sicura. Collegati al link che abbiamo inserito qui sopra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>