Economia e buone notizie. A Taranto l’Ilva anticiperà la copertura dei parchi minerali

E’ possibile anticipare la copertura dei parchi minerali. Questo è in sintesi ciò che è emerso dall’intesa raggiunta tra il Ministero dello Sviluppo Economico e l’Amministrazione Straordinaria dell’ILVA di Taranto, la più grande acciaieria d’Europa.
Un’intesa che arriva al momento giusto, dopo l’emergenza del cosiddetto “Wind Day” nella città pugliese e le polemiche che si sono susseguite in questi giorni.
Per evitare che a Taranto succeda ancora quello che è capitato giorni fa con una coltre di polveri neri che ricopriva la città, il Mise, d’intesa con l’Amministrazione Straordinaria, sta valutando la possibilità di anticipare i tempi per la copertura dei parchi principali” si legge nella nota Ansa.
La copertura dei parchi minerali quindi potrebbe concretamente avvenire “ancor prima dei tempi previsti dal Dpcm ambientale, il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Un’anticipazione tanto sperata quanto inattesa. Sicuramente una bella notizia per i tarantini.
La fonte citata dall’Ansa è “una fonte presente al Tavolo”. La copertura dei parchi minerali prevede un investimento di circa 400 milioni, tutti a carico dell’investitore, vale a dire Am InvestCo. Spiega ancora l’Ansa: “Per accelerare i tempi e slegarli dalla tempistica della procedura di trasferimento degli asset, l’ipotesi è di anticipare sia i lavori sia l’investimento finanziario necessario che verrebbe anticipato dalle casse dell’Amministrazione Straordinaria che poi si rivarrebbe su Am InvestCo”.
In questi giorni ILVA è stata al centro delle polemiche non solo per la questione esuberi e l’estenuante concertazione con governo e parti sociali, ma a anche e soprattutto per l’inquinamento di Taranto. Aveva fatto scalpore la notizia delle scuole chiuse e la foto pubblicata dal governatore pugliese Michele Emiliano, raffigurante un bambino (non di Taranto) con la maschera anti-gas.
Ora che l’allarme è rientrato, arrivano anche le belle notizie, grazie all’impegno dell’Amministrazione Straordinaria dell’ILVA, che si impegna ad anticipare l’investimento necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>