Emissione Fatture e sollecito di pagamento: la scadenze da rispettare

emissione-fatture

Per chi ogni giorno è alle prese con fatture e vendite, sarà certamente uno scherzo, ma per tutti coloro che non hanno molta esperienza in questo ambiente, sapere quali siano i tempi di emissioni e le scadenze di una fattura, oppure cosa sia un sollecito di pagamento è sicuramente importante.

Quando deve essere emessa una fattura? I tempi variano: se si tratta di vendita di beni mobili, la fattura deve essere emessa con la consegna del bene o la sua spedizione, mentre con vendita di beni immobili, la fattura deve essere emessa nel momento in cui si stipula il contratto e, infine, per la prestazione di servizi la fattura deve essere emessa in coincidenza con il pagamento del servizio o della prestazione.

Tempi di emissione, ma anche scadenze ben definite: per le fatture emesse per l’acquisto di beni e servizi, bisogna adempiere entro 30 giorni dal ricevimento della merce, mentre per le fatture emesse per acquistare dei prodotti deteriorabili, si può adempiere entro 60 giorni e, infine, sono previste diverse scadenze in base a quanto è stato pattuito dalle parti.

Una volta raggiunta la scadenza, inoltre, cominciano a maturare, in via del tutto automatica, gli interessi di mora, tranne nel caso in cui le parti si siano accordate in modo diverso, che sono decisi dalla BCE (Banca Centrale Europea).

Chi non adempie alla fattura entro la scadenza che era prevista, quindi,  va incontro a numerosi problemi, tra cui il pagamento di un rimborso, a cui il creditore ha diritto per via delle spese sostenute per recuperare le somme che non sono state pagate, in maniera tale da evitare che la fattura venga messa in mora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>