Fotovoltaico : incentivi e finanziamenti

download (1)

Sono tantissime le persone interessate al fotovoltaico e che desiderano avere maggiori informazioni tra incentivi e finanziamenti ovviamente si tratta di un settore molto variegato e che ha la possibilità di accedere a delle varianti uniche al mondo.
La tariffa degli incentivi viene offerta per ogni Kwh prodotto e immesso in rete dall’impianto. Gli importi sono concessi da GSE, ovvero la società gestita dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. Dal 2013 le tariffe non vengono più calcolate su tutta l’energia prodotta dall’impianto ma scaturiscono dalla somma della tariffa omnicomprensiva.

Per il Fotovoltaico gli incentivi sono sempre attivi

Pensate che dal secondo semestre 2013 e per ogni semestre fino al 2016, ci sarà un calo delle tariffe incentivanti che verranno ridotte. Secondo le informazioni rilasciate gli importi variano in base alla dimensione degli impianti, alla potenza prodotta e dalla data di entrata in esercizio dell’impianto.
Con il Nuovo Decreto dedicato al Fotovoltaico sarà possibile ricevere delle semplificazioni per ottenere gli incentivi saranno esonerati dall’obbligo di iscrizione nel registro tutti gli impianti di potenza non superiore a 12 Kw, aumentati a 20 KWQ qualcosa venga accettata la decurtazione del 20%.
Sono compresi anche tutti gli impianti fotovoltaici di potenza fino a 50Kw realizzati su edifici per la rimozione di eternit e gli impianti integrati con caratteristiche innovative con un costo degli incentivi di 50 milioni di euro.
Nel territorio italiano sono numerose le banche che offrono un finanziamento all’installazione del fotovoltaico, dalla Banca Etica alla Popolare di Milano, Intensa San Paolo, Banca di Credito Cooperativo, Monte Paschi di Siena, Unicredit, Gruppo Sella e moltissime altre.
Con l’installazione del fotovoltaico bisogna pensare anche alla tariffa per autoconsumo, infatti, se l’impianto rientra in un attività non commerciale, la tariffa incentivante non è soggetta a tassazione, mentre se l’impianto è a scopo commerciale, l’importo percepito sarà sottoposto a tassazione diretta.
Esiste anche la tariffa omnicomprensiva, ovvero quella calcolata sull’energia elettrica versata in rete. Anche in questo caso bisogna analizzare se l’impianto rientra in un attività non commerciale, l’importo dovrà essere evidenziato nella dichiarazione dei redditi come “Altro”.

Tagged with 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>