I prestiti per i dipendenti e per i pensionati

come-ottenere-il-regime-dei-minimi-con-la-partita-iva-agevolata_71700433572920cb237e481fe802086b

In materia di finanziamenti troviamo determinate categorie di prestiti per ogni categoria di soggetti.

Per i lavoratori dipendenti e i pensionati le categorie di finanziamenti più diffuse sono la cessione del quinto e il prestito personale, inoltre c’è anche una terza categoria che però è rivolta solo ai dipendenti, il prestito con delega(doppio quinto).

La cessione del quinto è quella forma di finanziamento rimborsabile mediante rata che sarà trattenuta mensilmente dallo stipendio o pensione e il suo ammontare non può essere maggiore del quinto della retribuzione.

Alla cessione del quinto possono accedere tutti i lavoratori dipendenti, anche se sono protestati o cattivi pagatori, dal momento che in questa forma di finanziamento non è importante la situazione economica del soggetto richiedente, ma soltanto quella dell’azienda o ente per cui lavora.

Anche i pensionati possono accedere alla cessione del quinto, l’importante è che saldino il loro debito entro l’ottantacinquesimo anno di età (ottantesimo per alcune finanziarie). Questo è l’unico limite di età della cessione del quinto.

Riguardo la durata del prestito, essa non può essere inferiore a due anni e superiore a dieci anni, qualora si tratti di un lavoratore dipendente con contratto a tempo determinato la durata del finanziamento non potrà superare la scadenza del contratto.

Ogni soggetto può avere una sola cessione del quinto, essa può essere rinnovata una volta che sia trascorso il 40% della sua durata. Una volta effettuato il rinnovo si stipula una nuova cessione del quinto, che estingue la precedente e la differenza(che non può essere inferiore al 10% del montante lordo) sarà erogata al cliente.

I pensionati possono avere soltanto un finanziamento con trattenuta sulla pensione, i lavoratori dipendenti invece possono accendere un secondo tipo di finanziamento rimborsabile mediante trattenuta, il prestito con delega, finanziamento avente circa la stessa disciplina della cessione, infatti è anche chiamato Doppio Quinto.

Infine il prestito più comune è il prestito personale, ad esso possono accedere dipendenti e pensionati(anche lavoratori autonomi), a patto che non siano protestati o cattivi pagatori, in questo caso infatti è considerata la situazione economica del richiedente e non quella del datore di lavoro. Il limite di età per i pensionati in genere è 70 anni, ma alcune finanziarie lo concedono fino a 75 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>