I profitti delle banche italiane

abi

Notizie contrastanti provenienti dal mondo delle banche e dai profitti delle banche italiane. Potremmo dire, con una battuta, che il primo elemento su cui riflettere è che di profitti delle banche italiane possiamo iniziare a parlare di nuovo. Ma, ovviamente, parlare di profitti delle banche italiane in senso stretto toglierebbe credito alla nostra sintetica analisi: ne consegue che prima di parlare dei profitti delle banche italiane bisogna guardare anche all’estero.

I profitti delle banche italiane e degli Stati Uniti

A conti fatti negli Stati Uniti la performance degli istituti di credito è stata invidiabile: se per i profitti delle banche italiane si parla di ripresa, per le banche degli Stati Uniti si può parlare di boom. Gli istituti di credito americani, infatti hanno avuto nel corso del 2012 una crescita degli utili rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (nel 2011 dunque) pari al 19,3%. Significa dunque che i profitti delle banche americane sono tornate ai livelli pre crisi.

I profitti delle banche italiane nel 2011 e 2012

Non possiamo essere così ottimisti per quanto concerne i profitti delle banche italiane, anche se ci lascia ben sperare il raffronto tra l’andamento del 2012 e l’andamento del 2011: nel 2011 di fatto i profitti delle banche italiane non c’erano e l’interno settore chiudeva con un passivo di sei miliardi. Il 2012, di contro, per quanto riguarda i profitti delle banche italiane si chiude con un attivo di 2 miliardi di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>