I sei trucchi per consumare meno carburante e risparmiare

car-926327_640

Per fare felice il portafoglio meglio i mezzi pubblici, le marce alte, le soste a motore spento, la velocità piò o meno costante e il condizionatore al minimo

Il bilancio familiare può davvero sorridere se si taglia in maniera sostanziosa la voce di spesa che riguarda il mantenimento dell’automobile. Il costo di benzina e gasolio è così pesante che più del 70% degli automobilisti italiani ha dichiarato di avere cambiato abitudini nel corso degli ultimi anni. In particolare sono i neopatentati di età compresa fra i 18 e i 24 anni a limitare al massimo l’utilizzo dell’auto.

Tagliando, bollo, assicurazione obbligatoria, manutenzione ordinaria e riparazioni straordinarie non sono però, le uniche voci di spesa che impensieriscono. A far lievitare l’impegno economico degli italiani che possiedo una vettura è soprattutto il costo del carburante.

Negli ultimi mesi la benzina ha subito un ribasso a causa del crollo del pezzo del greggio, ma scegliere il distributore con il prezzo più competitivo non è sempre l’unico accorgimento che si può prendere per far felice il portafoglio.

Ci sono tantissime semplici regole che chi è alla guida può mettere in atto per consumare meno e non sprecare nemmeno una goccia di benzina o gasolio. Innanzitutto si può limitare il numero di volte in cui si sceglie l’auto come mezzo di trasporto: i mezzi pubblici possono essere una valida alternativa e spesso li escludiamo soltanto per pigrizia.

Se invece, alla propria vettura non si riesce proprio a rinunciare è possibile usarla sì, ma mantenendo una velocità del tutto costante, senza sforzi sul cambio ed evitando le accelerazioni brusche alternate alle frenate improvvise. Quando si sosta poi, è buona norma spegnere del tutto il motore finché non si decide di ripartire. Durante il tragitto, meglio tenere le marce più alte.

Un optional che può aumentare i consumi di carburante a nostra insaputa è poi l’aria condizionata. Sia durante la stagione estiva sia durante l’inverno l’impianto di termoregolamentazione dell’abitacolo può consumare molta benzina ed esaurire un serbatorio in pochissimo tempo, anche percorrendo pochi chilometri.

Un ultimo accorgimento che si può tenere a mente per tagliare il conto del benzinaio riguarda poi la manutenzione delle gomme: una pressione errata dei pneumatici può alterare il regime dei consumi della vettura e di conseguenza chiedere più carburante del necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>