Il piano di esuberi Rcs colpisce il Corriere della Sera

rcs

Il piano di esuberi Rcs colpisce il Corriere della Sera. In effetti che fosse proprio il quotidiano storico, leader in Italia da ormai moltissimi anni, il prezzo pregiato nell’ambito del gruppo editoriale Rcs era cosa nota. Elemento altrettanto noto, o meglio, conseguenza immaginabile in maniera intuitiva era che il piano di esuberi Rcs colpisce il Corriere della Sera in maniera massiccia, Qualche settimana fa la leadership di Rcs aveva annunciato un piano di esuberi massiccio che prevedeva 800 tagli complessivi.

Il piano di esuberi Rcs colpisce il Corriere della Sera: i numeri

I tagli previsti dal piano di esuberi di Rcs colpivano sulla carta in modo omogeneo: omogeneo sia per quanto riguarda le professioni coinvolte che i giornali di proprietà – ricordiamo che in Italia Rcs è proprietaria sia del Corriere della Sera che della Gazzetta dello Sport oltre a giornali minori e testate di pari livello anche in Spagna. Il piano di esuberi Rcs colpisce il Corriere della Sera oggi con una spending review che si aggira intorno ai 15 milioni di euro: ma gli interventi non riguarderanno né un ridimensionamento del formato né la chiusura delle edizioni (e delle redazioni) locali attive ormai da tanti anni. Si tratta dunque di un piano di esuberi Rcs colpisce il Corriere della Sera in modo non orizzontale.

Il piano di esuberi Rcs colpisce il Corriere della Sera: tagli non orizzontali

L’obiettivo principale del piano di esuberi Rcs colpisce il Corriere della Sera è la riduzione dei costi in generale attraverso l’abbattimento netto degli oneri generali su tutte le professionalità coinvolte. Con l’obiettivo principale di non darsi la zappa sui piedi e di penalizzare il proprio prodotto in un mercato terribilmente in crisi come quello dell’editoria in generale e della carta stampata in misura ancora più specifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>