L’andamento di Piazza Affari

paf

L’andamento di Piazza Affari è molto positivo. Non bisogna gridare al miracolo eppure i lati positivi ci sono tutti in quanto anche la piazza finanziaria del nostro Paese si è inserita nel solco portato avanti da tante altre piazze finanziarie in Europa e nel mondo che stanno vivendo una stagione molto positiva per tutto quanto riguarda l’andamento dei loro principali indici azionari. Se ci riferiamo all’Europa pensiamo in primo luogo all’andamento della Borsa di Francoforte mentre più in senso lato pensiamo a Wall Street.

L’andamento di Piazza Affari: le ragioni

Fatto sta che le ragioni alla base dell’andamento positivo fatto registrare nelle ultimissime settimane da parte di tante tra le più importanti piazze finanziarie del mondo sono di natura eterogenea eppure, nonostante le migliaia, se non i milioni, di chilometri di distanza reciproca, ad ogni modo, qualcosa in comune si può rintracciare. In qualche caso l’andamento positivo degli indici azionari dipende dall’immissione di una grossa quantità di liquidità in circolo, in altri casi dalla ripresa dell’economia nazionale e del pil del Paese in questione e, in altri ancora (all’interno dell’Eurozona), può dipendere dal taglio dei tassi della BCE.

L’andamento di Piazza Affari: i numeri

Per quanto riguarda l’andamento positivo della Borsa di Milano dobbiamo registrate con un buon grado di soddisfazione che il nostro principale indice azionario ha toccato in questi giorni i suoi livelli più alti rispetto agli ultimi tre mesi. A questo punto gli analisti della materia sono disposti a spingersi oltre e a fare scommesse sul raggiungimento delle quote storiche già raggiunte verso la fine dello scorso mese di gennaio quando il principale indice azionario della nostra Borsa (il FTSE MIB) toccò la soglia limite dei 18 mila punti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>