L’andamento di Wall Street

ws

L’andamento di Wall Street sta lasciando tutti gli analisti di mezzo mondo di stucco. E, per una volta, lo diciamo con accento di ottimismo in quanto ci stiamo riferendo ad un andamento di Wall Street assolutamente positivo. Sarebbe facile parlare di ragioni oscure e misteriose alla base di un boom così lungo e così convinto, ma sarebbe anche parzialmente sbagliato perché, a ben guardare, ci sono differenti spiegazioni. Alcune tesi che suffragano il boom della Borsa America e tante altre che non riescono a piegarlo.

L’andamento di Wall Street: i segnali positivi

Senza dubbio l’andamento di Wall Street così positivo non deve indurci a pensare che tutti i parametri principali indicativi dell’andamento dell’economia degli Stati Uniti stiano vivendo un periodo roseo come quello che sta contraddistinguendo il mercato azionario di Wall Street. Ci stiamo riferendo per esempio ad una crescita della produzione che seppur presente viaggia comunque su indici molto lenti e al tasso di disoccupazione che rimane comunque alto per gli standard statunitensi. Quello che però appare un dato contrastante con tutto quanto appena detto e che, di fatto, sembra essere l’unica ragione concreta alla base dell’andamento di Wall Street così positivo è l’immensa quantità di liquidità che è attualmente presente negli Stati Uniti sul mercato finanziario.

L’andamento di Wall Street: una fase storica

A conti fatti, provando a guardare dall’esterno questa fase di boom degli indici azionaria degli Stati Uniti ci rendiamo conto che si troviamo di fronte ad un momento storico in quanto, a ben vedere, siamo nel corso di una delle cinque migliori performance di Wall Street in un lunghissimo arco di tempo che ne ha iniziato a monitorare l’andamento dopo la crisi nera del 1929. Altre fasi di enorme boom abbastanza recenti registrati dalla Borsa di Wall Street sono state nel 2004-2007 e prima ancora nel 1996-2000.

One thought on “L’andamento di Wall Street

  1. La mia convinzione è che l’America rientri in un periodo di crescita, il mercato azionario rimane, nel lungo periodo sempre un buon investimento. Dalla mia parte ci sono anche guru come Warren Buffett i quali preferiscono, fino a questo momento, le azioni alle obbligazioni, tanto più che lo stesso Buffett ritiene le obbligazioni più rischiose alla luce di un eventuale aumento dei tassi di interesse.
    Fonte :Siamo di fronte ad una crescita secolare o una bolla enorme ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>