Sussidio di disoccupazione 2013

Photo80_Zoom

L’indennità di disoccupazione è stata sostituita dal 1 gennaio 2013 dall’Aspi, in base alla riforma del lavoro, ma quali sono le caratteristiche principali di questo strumento ? il sussidio di disoccupazione è un sostegno economico che spetta al al lavoratore giunto alla cessazione del rapporto di lavoro per scadenza del termine, licenziamento o per altri casi di dimissioni.
Il sussidio di disoccupazione spetta sia ai lavoratori con contratto a tempo determinato sia a quelli a tempo indeterminato in caso di licenziamento. Non spetta alle persone che si dimettono volontariamente, a parte alle madri lavoratrici e chi si dimette per giusta causa.

2013 e addio al sussidio di disoccupazione

L’Aspi è la nuova assicurazione per l’impiego che sostituirà la vecchia normativa contro la disoccupazione involontaria e a regime dal 2017 anche l’indennità di mobilità. Secondo le normative, la nuova assicurazione prevede l’ampliamento della platea dei soggetti tutelati, l’aumento della misura e della durata del sussidio di indennità erogabili e un sistema idi finanziamento alimentato da contributo ordinario.
Il nuovo sussidio di disoccupazione sarà erogato per 1 anno al posto degli 8, per tutte le persone che hanno meno di 55 anni e per 18 mesi se si è over 556. L’importo del sussidio di disoccupazione passa dal 60% all’attuale 75% con tetto massimo di 1.119,32 euro.
Inoltre è molto importante ricordare che la nuova assicurazione, andrà a sostituire anche l’indennità di mobilità riducendone anche la durata. Quindi possiamo confermare che il trattamento di disoccupazione diventerà lo stesso per tutti i dipendenti.
Possiamo dunque dimenticare il sussidio di disoccupazione e dare il benvenuto all’Aspi. Sembra che rispetto al passato le modifiche siano molteplici, ma saranno davvero tutte a favore dei lavoratori disoccupati?

Tagged with 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>