Visura camerale: che cos’è, a cosa serve e come è possibile richiederla

visura_camerale

Utile per ottenere informazioni legali ed amministrative su ogni azienda italiana iscritta al Registro delle Imprese e valutarne la solidità, la visura camerale è un documento informativo rilasciato dalle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura. Si tratta di un documento ufficiale contenente i principali dati amministrativi, anagrafici e fiscali di una ditta, impresa o società, che può essere richiesto rivolgendosi direttamente all’ente camerale o avvalendosi di uno dei tanti servizi di intermediazione, disponibili ora anche online.

Una visura camerale, altresì nota come visura della Camera di Commercio o visura CCIAA, può essere richiesta su qualsiasi impresa italiana, sia in forma individuale che in forma societaria, purché regolarmente iscritta al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio della provincia in cui ha sede l’azienda. L’iscrizione al Registro delle Imprese è obbligatoria e permette ai soggetti interessati di ottenere informazioni specifiche attraverso la visura camerale.

Il discorso cambia per le associazioni, le fondazioni, gli enti non commerciali ed i liberi professionisti, non soggetti ad obbligo di iscrizione camerale. Non è possibile richiedere la visura camerale per Albi Professionali.

La visura camerale può servire ad acquisire informazioni su un nuovo cliente, fornitore o partner commerciale. Può altresì rivelarsi utile quando si deve valutare un conduttore in una locazione commerciale o un’impresa edile da cui si desidera acquistare un immobile. Con tale documento potrete scoprire quali sono le dimensioni dell’impresa, gli indirizzi della sede legale e delle eventuali filiali, la forma giuridica, la data di avvio dell’attività, il capitale sociale, il numero dei dipendenti, le informazioni da statuto ed atto costitutivo, l’attività dichiarata ed esercitata, i soci e titolari di diritti su azioni e relative quote, i legali rappresentanti, gli amministratori e titolari di altre cariche o qualifiche e molto altro ancora.

La visura camerale può essere ordinaria, quando include informazioni legali attuali, o storica, quando riporta dettagli sulle vicende passate della ditta, a partire dalla data della sua costituzione.

Per ottenere una visura camerale potete scegliere se recarvi personalmente presso la Camera di Commercio della propria provincia, o richiederla agli operatori professionali abilitati che hanno accesso alle banche dati del circuito camerale. Come accennato, è ora possibile accedere alla banca dati telematica della Camera di Commercio anche online. Sono sempre di più i siti ufficiali ed i portali web autorizzati che permettono ai cittadini di ottenere visure camerali online in tempi rapidi ed a costi del tutto accessibili. I documenti citati sono, pertanto, reperibili comodamente online.

La richiesta della visura camerale avviene fornendo la denominazione ed il codice fiscale dell’impresa. Per quanto riguarda le società di persone e di capitali, il codice fiscale corrisponde alla Partita IVA, mentre per le ditte individuali, il codice fiscale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>